Irlanda, 2011

Regia: Thaddeus O’Sullivan; sceneggiatura: Antoine O’Flatharta; fotografia: John Christian Roselund; montaggio: Dermot Diskin; scenografia: Anna Rackard; costumi: Judith Williams; musiche: Nicholas Hooper; casting: Amelia Rowan; produttore: Jackie Larkin; società di produzione: Newgrange Pictures; location irlandese: Co. Tipperary; durata: 90’

Cast: Martin Sheen, Stephen Rea, Trystan Gravelle, Marcella Plunkett, Tom Hickey, Amy Huberman, Ruth McCabe, Gary Lydon, Donal O’Kelly, Joey O’Sullivan

 

Sinossi

Daniel Barry, parroco di Borrisokane nel Tipperary, si sente l’uomo sbagliato al posto e nel momento sbagliato, e teme di aver perso la vocazione. Quando il vescovo lo costringe ad intraprendere una raccolta fondi fra i parrocchiani, cerca di conciliare il dovere con il suo amore per il cinema aprendo una sala cinematografica, il cinema Stella. Ma si trova contro tutti coloro per i quali i film sono sinonimo di corruzione morale, e deve fronteggiare anche la propria crisi di coscienza.
Storia del conflitto fra passione e dovere, fra speranza e fede, Stella Days rispecchia i dilemmi dell’Irlanda degli Anni Cinquanta, ormai sulla soglia della modernità eppure ancora aggrappata alla tradizione cattolica e a un’identità culturale formatasi in tempi molto diversi.