Ospiti 2018

Louise Bagnall, regista

Stephen Burke, regista

Siobhan Cassidy, produttrice

Ed Cleary, regista

Eibh Collins, Galway Film Fleadh

Padraig Conaty, regista

Jane Doolan, produttrice

Gerry Hoban, regista

Paul Lynch, scrittore

Christine Morrow, Northern Ireland Screen

Derry O’Brien, Network Ireland Television

Gar O’Brien, Galway Film Fleadh

Barry Ward, attore

Ospiti 10a edizione

Graham Cantwell, regista

Ciaran Creagh, regista

Ian Hunt Duffy, regista

Caoilfhionn Dunne, attrice

Toto Ellis, regista

Peter Foott, regista

Vincent Gallagher, regista

Amy-Joyce Hastings, attrice

Tristan Heanue, regista

Niamh Heery, regista

Martin McCann, attore/regista

Gerard McSorley, attore

Eugene O’Brien, sceneggiatore

Seán T. Ó Meallaigh, regista

Declan Recks, regista

Jim Sheridan, regista

Dermot Bolger, scrittore

Prof. Martin McLoone (University of Ulster)

OSPITI EDIZIONE 2015

Lenny Abrahamson, regista

Adrian Dunbar, attore e regista

Terry McMahon, autore e regista

Moe Dunford, attore

Tim Palmer, produttore

Mark McCauley, regista

Sean Murray, regista

Lee Cronin, regista

Paul Ó Muiris, regista

Lorna Fitzsimons, regista

Jennifer Shortall regista

Áine Coady, produttrice

Sharon Cronin, produttrice

OSPITI EDIZIONE 2009

EILEEN WALSH – attrice
(Magdalene, Pure Mule, Eden)
Nata nel 1977 a Cork, Eileen Walsh ha esordito in palcoscenico interpretando Disco Pigs insieme a Cillian Murphy. Oltre ai numerosi ruoli teatrali, Eileen ha lavorato già molto sia in televisione che al cinema. I suoi film irlandesi sono: The Van (1996), Spaghetti Slow (1996), The Last Bus Home (1997), When Brendan Met Trudy (2001), e naturalmente The Magdalene Sister (2002), dove l’emozionante interpretazione di Crispina l’ha resa nota al pubblico internazionale. Per Eden, Eileen Walsh ha vinto il premio come miglior attrice al Tribeca Film Festival di New York del 2008. In Italia è appena uscito Triage (2009), con Colin Farrell, dove Eileen interpreta una piccola parte.

DECLAN RECKS – regista
(Eden, Pure Mule)
Dopo essersi laureato alla National Film School nel 1989, Declan Recks ha avviato con il collega Liam O’Neill, nel 1992, la Paradox Pictures e prodotto, fra gli altri, Come Harry divenne un albero (Goran Paskalijevic, 2001). In seguito Declan ha deciso di dedicarsi completamente alla regia e ha diretto alcune delle serie di maggior successo della televisione irlandese, come The Clinic (RTÉ), Pure Mule (RTÉ) e The Running Mate (TG4), una miniserie in gaelico. Eden, il suo primo lungometraggio, ha circolato nei principali festival internazionali ed è uscito anche negli Stati Uniti nel 2008. Quest’anno Declan è tornato sul set di Pure Mule per dirigere la seconda serie, andata in onda lo scorso settembre.

EUGENE O’BRIEN – drammaturgo, sceneggiatore, attore
(Eden, Pure Mule)
Scrittore e attore, Eugene O’Brien vive a Dublino. Il suo dramma teatrale, Eden, è andato in scena per la prima volta nel 2001 al Peacock Theatre, per poi spostarsi all’Abbey e poi a Londra. In seguito, tradotto in diverse lingue, Eden ha fatto il giro del mondo, prima di diventare un film – sempre con la sua sceneggiatura e la regia di Declan Recks.
Eugene ha scritto anche diverse sceneggiature per la televisione, fra cui la prima e la seconda serie di Pure Mule.

SEAMUS BYRNE – produttore
(Eamon)
Il produttore Seamus Byrne opera presso gli studi Ardmore con la sua compagnia Zanita Films, che produce lungometraggi cinematografici e televisivi, commercials e video musicali.
Seamus ha lavorato in produzione con registi come John Boorman, John Huston, Robert Altman, Ron Howard, Neil Jordan. È stato inoltre assistente alla regia per Images (1972) di Robert Altman e December Bride (1990) di Thaddeus O’Sullivan. In due occasioni è stato membro del Consiglio dell’Irish Film Institute.
Seamus ha appena prodotto Eamon film d’esordio della regista e sceneggiatrice Margaret Corkery, che sarà distribuito nel 2009/2010; e ha in fase di sviluppo il film The Visitor, basato su un racconto di Maeve Brennan e una sceneggiatura di David Keating.

BARRY MONAHAN – Università di Cork
Barry Monahan è docente di storia ed estetica del cinema irlandese e di altre cinematografie nazionali, teoria filmica e cinema americano post-classico all’Università di Cork. È autore di saggi sul cinema contemporaneo irlandese in vari volumi e pubblicazioni, fra cui la rivista spagnola di studi irlandesi Estudios Irlandeses.
Attualmente è impegnato in un progetto di studio e catalogazione digitale dei filmati amatoriali conservati all’Irish Film Archive promosso dall’Università di Cork (Capturing the Nation: Irish Home Movies 1930-1970). Ha inoltre appena pubblicato il volume Ireland’s Theatre on Film: Style, Stories and the National Stage on Screen, sui rapporti fra il teatro Abbey e il cinema.

OSPITI EDIZIONE 2008

Laurence McKeown
sceneggiatore di H3
Nato nel 1957 in Irlanda del Nord, Laurence McKeown si arruolò nell’Ira all’età di 16 anni; fu arrestato nel 1976 con l’accusa di terrorismo e richiuso della prigione di Long Kesh. Compagno di prigione di Bobby Sands, McKeown si unì allo sciopero della fame per il riconoscimento dello status di prigionieri politici dopo la morte di Sands, avvenuta nel maggio 1981. In seguito alla morte di altri nove prigionieri, la famiglia di McKeown autorizzò l’intervento medico per salvargli la vita, il 6 settembre 1981, dopo 70 giorni di digiuno.
Scarcerato nel 1992, McKeown si è laureato alla Queen’s University di Belfast e a metà degli Anni Novanta ha co-fondato il Belfast Film Festival. Ha scritto due libri sulla sua esperienza carceraria. Insieme al suo compagno Brian Campbell ha scritto la sceneggiatura di H3, il film sugli scioperi della fame diretto da Les Blair nel 2001. Sempre con Campbell ha scritto anche due lavori teatrali e, dopo la scomparsa di Campbell, ha completato The Official Version, portato in palcoscenico nel 2006.

Pat Collins, regista di Gabriel Byrne
Stories from Home
Pat Collins ha oltre dieci anni di esperienza nella produzione e nella regia di documentari. Ha vinto numerosi premi sia in Irlanda che all’estero. Il suo primo lavoro, Michael Hartnett – Necklace of Wrens (1999) si è aggiudicato il premio della giuria al Celtic Film Festival. In seguito, ha diretto Talking to the Dead (2000), sulla tradizione dei funerali in Irlanda, e Oiléan Thoraí (2002) vincitore del Best Irish Documentary Award. Nella sua filmografia, tre documentari dedicati sono a scrittori irlandesi (Frank O’Connor – The Lonely Voice, 2003; John McGahern – A Private World, 2004; Nuala Ni Dhomhnaill, 2006).
Di recente, Pat Collins ha rivolto la sua attenzione anche al cinema, con i ritratti di Abbas Kiarostami (Abbas Kiarostami – The Art of Living, 2003) che ha avuto distribuzione anche all’estero; e ora di Gabriel Byrne (Gabriel Byrne – Stories from Home), presentato all’ultimo Festival di Galway.


Ross Whitaker, Liam Nolan

registi di Saviours
Ross Whitaker e Liam Nolan, entrambi dublinesi, hanno fondato nel 2004 la Street Films per girare documentari nella loro città. Il primo di questi, God Blows My Mind (2005), segue dei giovani cristiani evangelici americani che predicano la parola di Dio nelle strade di Dublino. A questo documentario, ben accolto a vari festival fra cui quello di Galway, è seguito Na Deoraithe (2006, regia di Liam Nolan), che mette in parallelo la vita degli irlandesi che emigravano in Inghilterra negli Anni Sessanta con quella degli stranieri che vanno a vivere oggi in Irlanda. Saviours è il loro terzo film: completato nel 2007, è appena uscito in sala.


James Flynn, Juanita Wilson

produttori
James Flynn ha iniziato la sua carriera nell’industria cinematografica irlandese con la Merlin Films di John Boorman, Dal 1993 al 1997 ha lavorato come direttore commerciale dell’Irish Film Board. Nel luglio 1997, insieme a Juanita Wilson, ha avviato la Metropolitan Film Productions per la realizzazione di film indipendenti per il mercato internazionale, fra i quali Nora (2000) di Pat Murphy e H3 (2001) di Les Blair.
Nel 1998 James Flynn ha anche formato un’alleanza strategica con Morgan O’Sullivan per la coproduzione di film che venivano realizzati in Irlanda. In seguito, nel 2002, ha aperto la Octagon Films per lo sviluppo e la produzione di film d’autore vendibili anche all’estero fra i quali Inside I’m Dancing (2004), diretto da Damien O’Donnell e vincitore di diversi premi. Dopo Dorothy Mills, (una produzione francese e irlandese, con Carice Van Houten e David Wilmot), al momento James Flynn è coinvolto nella produzione del nuovo film di Neil Jordan, Ondine, con Colin Farrell.


Nino Tropiano

regista di Chippers (proiezione speciale)
Nato a Monopoli (Bari), Nino Tropiano si è trasferito a Dublino negli anni 90. Ha lavorato dapprima come attore, stage manager e fotografo. In seguito si è diplomato in Regia e Produzione Cinematografica alla scuola nazionale di cinema di Dublino, con un mediometraggio (50 min.) dal titolo Mia figlia fa la Madonna (proiettato al festival di Cracovia nel 2002 e poi distribuito e venduto all’estero). Tropiano ha successivamente diretto e prodotto altri due documentari: Mary’s last show un documentario girato a Dublino che osserva un gruppo di anziani impegnati in attività ricreative; Riunione di Classe, un ritratto in parallelo di due donne pugliesi costrette per vicissitudini ad emigrare; ed un cortometraggio, The FalI, vincitore di un premio al Festival Unimovie di Pescara. Dopo l’uscita di Chippers, Tropiano sta preparando un nuovo cortometraggio, Why You …like this?, e un documentario sull’emancipazione femminile a Zanzibar, Revolutionary Girl.